Monasterboice: il nostro primo incontro con l’Irlanda

dsc03674

Il nostro primo giorno in Irlanda è passato veloce. Siamo atterrati a Dublino nel primissimo pomeriggio, abbiamo ritirato l’auto all’autonoleggio della compagnia Sixt e abbiamo lasciato subito la città per dirigerci al nostro B&B, nel paesino (minuscolo) di Donore, nei pressi di Newgrange per la visita del giorno dopo.

Al momento del ritiro dell’auto, il tizio dietro al bancone ci ha detto che ci avrebbero fatto l’upgrade dell’auto “for free”: avevamo prenotato una Polo e ci hanno dato una Corolla, un auto spaziosissima e super comoda (non ho ancora capito dove stava l’inghippo…ma era gratis e noi abbiamo accettato). Ha tentato anche di “venderci” il cambio automatico, l’assicurazione per i vetri e le gomme ma no, non ci interessavano. A lato del bancone c’era un cartellone esplicativo delle regole di guida: MI RACCOMANDO, GUIDA A SINISTRA.

20160808_150704

Anche sul cruscotto dell’auto c’era un disegno della strada con una freccia bianca sulla corsia di sinistra. All’inizio era un po’ strano doversi sedere dal lato dove solitamente c’è il guidatore e non avere il volante ma essere il passeggero. Faceva anche un certo effetto percorrere la corsia opposta a quella a cui siamo abituati ma devo dire che nel giro di un paio di giorni si prende pienamente la mano e anche il cervello comincia a non dover più stare troppo concentrato per non fare frontali. Insomma, non è drammatico.

Il primo giorno non avevamo moltissimo tempo a disposizione per fare visite troppo lunghe quindi abbiamo scelto di andare a vedere il sito monastico cristiano di Monasterboice,  fondato nel 500 d.C. e importante centro religioso e culturale irlandese. Il sito non è molto grande ed è racchiuso all’interno di mura di pietra. Con una piacevole passeggiata si possono vedere, oltre a due chiese e una torre circolare in pietra altra 35 metri e ben conservata, tantissime croci celtiche e tombe.

dsc03676

Non ne avevo mai vista una dal vivo e trovarmi lì in mezzo, per me, era un’esperienza unica. Tra le tante croci celtiche di varie dimensioni, ce n’era una molto grande, alta 5,5 metri e pare sia la meglio conservata in Europa (fonte: guida Touring Club): la High Cross of Muiredach. Sulla croce ci sono scolpiti dei rilievi che mostrano alcune scene del Vecchio e del Nuovo Testamento. E’ molto suggestiva da vedere. A lato della Croce, c’era un pannello che spiegava ogni singola rappresentazione dei 2 testamenti.

dsc036732

Se volete vedere delle croci celtiche ben conservate, di certo questo è il posto giusto.

dsc03681

dsc036771

Monasterboice si trova in mezzo alle campagne irlandesi e il giorno in cui siamo andati noi c’erano pochissime persone, il cielo era azzurro e cosparso di nuvole, soffiava un vento leggero. I rami degli alberi sparsi nel sito si muovevano creando un forte fruscìo. E’ un posto silenzioso, sacro, mistico. Guardando oltre i muri di cinta si vedevano le colline fino all’orizzonte. Camminavo piano e pensavo che quello non era altro che l’inizio del viaggio.

Per la notte abbiamo alloggiato al B&B Newgrange Lodge, a 100 metri dal sito di Newgrange. E’ piuttosto sperduto quindi non c’è molta scelta per la cena, ma ci siamo accontentati del ristorante che abbiamo trovato in paese, a Donore. Ho mangiato il primo salmone affumicato del viaggio ed è stata una vera delizia! Poi siamo tornati al B&B e ci siamo stravaccati nella zona relax che era un po’ bislacca: una stanza fatta di vetrate che dava sul giardino interno, completamente piena zeppa di poltrone vecchie, divani, tavolini, sedie, tutti attaccati e un pianoforte in legno.

dsc036851

dsc03687

Il giorno seguente ci attendevano il sito archeologico di Newgrange e, poi, Belfast.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, mi trovi anche su Facebook, Twitter e Instagram

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Irlanda, Viaggi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Monasterboice: il nostro primo incontro con l’Irlanda

  1. gipsy1984 ha detto:

    Dopo essere stata a Dublino ed aver iniziato ad adorare gli irlandesi non vedo l’ora di fare anche io il giro di questo paese, mi ha sempre affascinato ma dopo aver visto la cordialità e la gentilezza degli irlandesi non vedo l’ora di andare! Prima o poi!

    Liked by 1 persona

  2. Valentina ha detto:

    Bello questo sito… ma ti confesso che aspetto ancora con più ansia il racconto di Newgrange… noi abbiamo stravolto il programma all’ultimo e pur arrivando al centro visitatori alle 11 del mattino…il primo posto libero sarebbe stato alle 15.15… ma dovevamo riconsegnare l’auto. Ci sono rimasta veramente malissimo anche perchè già vedendolo da lontano ho avuto una sensazione stranissima, come se fossi davanti a qualcosa di soprannaturale, talmente tanto antico da non essere reale. Non vedo l’ora di poterlo visitare, questa volta però pernotto lì vicino o al massimo aspetto!

    Liked by 1 persona

  3. Silvia Demick ha detto:

    Ciao Sara! Sono stata a Monasterboice durante il mio primo viaggio in Irlanda, ormai SECOLI fa!
    Aspetto il resoconto anche delle prossime tappe 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Mari ha detto:

    Irlanda, Irlanda… meta che manca tra i miei viaggi, ogni tanto riappare come possibilità, ma poi decido sempre per altro. Sarà che poi ultimamente ho una predilezione per l’Italia e che quando mi tocca prendere un aereo non resisto al richiamo dei paesi meditteranei…
    Ma chissà? 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...