Un gioiellino svizzero: Lucerna

DSC03163.JPGSe ci andate in macchina, costeggerete delle montagne, passerete dentro gallerie, vedrete prati verdi e piccoli paesini che li punteggiano, poi si aprirà il lago Vierwaldstättersee a completare il tipico paesaggio svizzero. E’ lì che si adagia la cittadina di Lucerna, dove vivono poco meno di 80.000 persone.
Nonostante il tempo fosse brutto e il primo giorno siamo stati accolti da freddo e pioggia, non ci siamo lasciati intimorire e, lasciata la macchina nel parcheggio dell’hotel, siamo partiti alla scoperta di questo gioiellino. Ci siamo incamminati verso il lago con l’ombrello, il cappello e la macchina fotografica e subito abbiamo incontrato il celebre Kapellbrücke, un bellissimo ponte coperto in legno pedonale che collega due sponde della città, attraversando il fiume Reuss.

Nel 1993 era stato distrutto da un incendio devastante ed è stato successivamente ricostruito esattamente come l’originale in pochissimo tempo. Avventurarsi su questo ponte significa metter piede in un mondo antico, fatto di scricchiolii sotto i piedi e dove il rumore dei passi sul legno accompagna la traversata in quel pezzo di storia medievale.

DSC03237

DSC03171

Ci si può fermare un attimo a respirare lo scorrere lento del fiume e ad ammirare gli eleganti edifici che si affacciano sulle sue sponde, tra cui si può scorgere il palazzo del Municipio e la Chiesa dei Gesuiti, che dipinta di bianco riesce ad essere luminosa anche in una giornata così uggiosa.
Dall’altra parte del ponte, ci aspettano delle scalinate che portano direttamente nel centro cittadino e sulle vie dello shopping che brulicano di turisti che cercano un posto dove scaldarsi e di residenti che vanno a fare la spesa.

DSC03244

A malincuore salto lo shopping e i negozi perché per le mie tasche sarebbe stato troppo e passeggiando per le vie in porfido, tra case finemente decorate, con dipinti sulle facciate e scritture gotiche, si arriva al Monumento del Leone, una scultura nella roccia raffigurante un leone che commemora il sacrificio delle Guardie Svizzere durante la rivoluzione francese, e al Gletschergarten, ovvero il Giardino dei Ghiacciai. Questo luogo oggi è il regno della geologia: alla fine del 1800 mentre il signor Amrein-Troller scavava per costruire una cantina ha scoperto gigantesche marmitte e i segni di scivolamento di un ghiacciaio risalenti all’ultima era glaciale che si possono ammirare da vicino. Sono stati rinvenuti anche fossili di foglie di palma che stanno ad indicare che prima della glaciazione, c’era un clima tropicale. In Svizzera! Il museo prosegue all’interno della Schweizerhaus, una casa in legno in stile chalet dove si possono vedere dei plastici su Lucerna, sulla zona circostante e su alcune battaglie storiche. Inoltre, c’è tutta una parte di geologia dove si possono trovare fossili, pietre e rocce, dove viene spiegata l’evoluzione delle forme viventi.

DSC03149

C’è anche una divertentissima stanza degli specchi, dove ci siamo persi tra decine di specchi a cercare l’uscita, circondati da bambini che avevano il nostro stesso scopo.

Quando poi la pioggia lascia spazio ad un cielo nuvoloso ma con sprazzi di sole, è bello andare a camminare sotto le mura del Museggmauer, la cinta muraria con le sue nove torri, nella parte più alta della città, dove si può vedere Lucerna da una prospettiva d’insieme, con il lago che l’accarezza. E se si oltrepassano le mura, ci si trova in una piccola distesa verde dove non è difficile trovare una piccola fattoria con caprette e galline.

DSC03207

DSC03214

La Hofkirche troneggia sul lungolago nella sua bellezza e nella sua imponenza, circondata dal cimitero cittadino che le conferisce un aspetto di sacralità ancora più profondo.

DSC03217

La passeggiata sul lungolago si snoda per qualche chilometro ed è piacevole ed appagante per noi che abbiamo voglia di trascorrere qualche ora con la brezza sul viso, con lo starnazzare delle anatre che abitano le acque, con i colori magnifici del cielo a cui abbiamo potuto assistere. Quel giorno i nuvoloni grigi in cielo, innocui, creavano un gioco di ombre e di luci che mi han regalato foto stupende.

DSC03231

Quelle stesse foto che vanno ad aggiungersi ai ricordi di viaggi che, seppur brevi, hanno inevitabilmente lasciato un sorriso sul cuore.

 DSC03225.JPG

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Europa, Svizzera, Viaggi e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Un gioiellino svizzero: Lucerna

  1. silviademick ha detto:

    Lucerna è una città che mi è piaciuta tantissimo! Io ci sono stata per il ponte dell’8 dicembre e per i mercatini di Natale.

    Mi piace

  2. I'll be right back ha detto:

    Probabilmente farò un salto a Lucerna tra qualche settimana: questo post mi sarà molto utile 🙂

    Liked by 1 persona

    • Sara ha detto:

      Poi mi dirai se ti è piaciuta 🙂

      Mi piace

      • I'll be right back ha detto:

        Volentieri 🙂

        Mi piace

      • I'll be right back ha detto:

        Eccoci, ho appena RIletto il post con gli occhi di quella che a Lucerna ci è appena stata, anche se solo per una giornata scarsa! Anche io mi sarei soffermata sugli stessi punti! La città mi è piaciuta moltissimo, e non saprei scegliere tra questa e le altre che ho visitato in questi giorni. L’unica nota dolente, per me, è che l’ho visitata di domenica ed era assolutamente deserta! Non che ami le folle (anzi), ma qualche bar/ristorante/negozio aperto e qualche essere umano in più non avrebbe guastato 🙂
        A breve scriverò le mie impressioni, mi farà piacere se passerai da me!

        Mi piace

      • Sara ha detto:

        Quando siamo andati noi c’era un po’ di gente al sabato pomeriggio ma di sera era praticamente deserta 🙂 leggerò volentieri le tue impressioni e il tuo racconto! Buona serata 🙂

        Liked by 1 persona

  3. Pietrolley ha detto:

    Sembra molto carina 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Elisa ha detto:

    Che bella Lucerna!
    Sai, adoro la Svizzera e Lucerna è sulla mia lista. Non appena mi deciderò ad organizzarci qualche giorno prenderò spunto dal tuo post 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...